Salta al contenuto
Rss



Escursionismo - Trekking

Il territorio si presta a numerosissime escursioni a cominciare da brevi passeggiate (Balme - Pian della Mussa - Sentiero degli Stambecchi - Pian dei Saraceni) per arrivare ad itinerari di più ore o più giornate.
Solo per citarne alcuni pensiamo a tutti i passi verso le altre valli (Paschiet - Pallonetto - Colle Trione - Colle Ometto - Ghicet di Sea - Colle Altare - Passo Mangioire) o verso la Francia (Colle d'Arnas - Passo del Collerin - Colle della Chalanson) attraverso i quali ci si può collegare ai loro Rifugi Averle e Des Evettes. Pensiamo poi ai nostri stupendi laghi alpini, alcuni dei quali sono raggiungibili con circa due ore di cammino o meno (Afframont - Paschiet - Laghi Verdi - Vaquero); altri richiedono invece camminate un po' più lunghe (Mercurin - Ru - Crotas - Collarin - Bessanetto - Lago della Rossa - Laghi Bianchi - Casias). Il Lago Mercurine e il Ru possono essere anche raggiunti con un nuovo percorso impegnativo recentemente aperto ed attrezzato - il Labirinto Verticale. Proprio da Balme passa anche la G.T.A. (Grande Traversata delle Alpi), sentiero molto frequentato da escursionisti stranieri che poi proseguono la loro marcia chi in direzione Liguria, chi in senso opposto, verso la Valle d'Aosta. E molto altro ancora.


Alpinismo

Il comprensorio montano di Balme è sicuramente quello che presenta il più bello spettacolo di vette e ghiacciai delle Alpi Graie piemontesi. Non a caso Balme è chiamata "culla dell'alpinismo torinese" e "paese delle guide alpine", e non a caso qui è nato lo sci (nel 1896 Adolfo Kind sale in sci da Balme al Pian della Mussa) e l'alpinismo invernale (24 dicembre 1874 - salita all'Uja di Mondrone realizzata da Martelli - Vaccarone - Antonio Castagneri detto "Toni dei Tuni"). Bessanese - Ciamarella - Uja di Mondrone rappresentano il trittico più ambito della nostra Valle ma a buon diritto vanno menzionate anche l'Albaron di Sea, la Piccola Ciamarella, La Chalanson, la Punta Maria, il Servin, la Torre d'Ovarda e tante altre.


Arrampicata

Diverse sono le zone di arrampicata intorno a Balme. La più frequentata è il Ginevrè che presenta vie di diversi livelli e un ampio settore per la scuola e per i principianti. Citiamo la storica Rocca Sari, subito a monte del paese, la Parete del Pilonetto, la Parete della Precessione e la zona di Rocca Venoni al Pian della Mussa. E' possibile anche l'arrampicata invernale su cascate di ghiaccio, presenti nella valle sopra la frazione di Cornetti e al Pian della Mussa.


Racchette da neve

Il territorio di Balme ha un grande numero di itinerari percorribili a piedi in estate e quindi con le racchette da neve in inverno. Oltre ad alcuni percorsi segnalati e battuti, molti sono quindi le passeggiate ex novo che possono essere intraprese dai più esperti. Seguendo le semplici indicazioni presenti sul territorio che indicano i vari sentieri si possono così aprire nuove vie di cammino tra la neve. Il percorso principale è la Pista Adolfo Kind che da Balme porta al Pian della Mussa: 350 metri di dislivello, un'ora circa la percorrenza. L'attrezzatura può essere affittata presso l'associazione la Piutà o il negozio Tonino Sport.


Sci di fondo

Balme offre agli amanti dello sci nordico oltre venti chilometri di piste che presentano diversi livelli di difficoltà. La Pista Roiti inizia subito a monte dell'abitato e, seguendo il tracciato della strada provinciale (chiusa alle auto in inverno) arriva fino al Pian della Mussa. Giunti al Piano, a quota 1800 metri, si snodano diversi anelli che percorrono con diversi itinerari lo splendido scenario innevato di alta quota. Le piste sono gestite dall'associazione La Piutà in collaborazione con il Comune di Balme e presso l'Antico Albergo Camussot è possibile noleggiare l'attrezzatura.


Sci alpinismo

Il comprensorio di Balme offre notevoli possibilità di praticare lo sci alpinismo in un ambiente estremamente selvaggio e suggestivo. I percorsi presentano diversi gradi di difficoltà e diverse lunghezze. Nella zona a monte della frazione Cornetti, nei valloni Servin e paschiet, si possono percorrere i tracciati più impegnativi, mentre verso il Pian della Mussa i tracciati sono mediamente più facili. Un itinerario poco conosciuto ma sorprendente per la sua bellezza è quello del vallone di Afframont, sopra la frazione Molette, a valle dell'abitato di Balme. Va sempre ricordato di fare particolare attenzione alle condizioni della neve, essendo i percorsi su terreni piuttosto ripidi e scoscesi, con tratti esposti e canaloni.


Equitazione

Nel territorio di Balme è possibile, nei mesi estivi, praticare corsi di equitazione o semplici passeggiate a cavallo presso un centro ippico al Pian della Mussa che mette a disposizione anche poni per i più piccoli.


Mountain bike

Lungo il percorso che in inverno viene utilizzato per la pista di fondo, si può nel resto dell'anno praticare la mountain bike, seguendo il tragitto che, fra tratti di pista sterrata e brevi collegamenti su strada asfaltata, permette di percorrere la Valle d'Ala su un dislivello di settecento metri immersi nel verde della natura.





Inizio Pagina Comune di BALME (TO) - Sito Ufficiale
Via Capoluogo, 139 - 10070 BALME (TO) - Italy
Tel. (+39)0123.82902 - Fax (+39)0123.82902
Codice Fiscale: 83002910012 - Partita IVA: 04960710012
EMail: info@comune.balme.to.it
Posta Elettronica Certificata: balme@pec.comune.balme.to.it
Web: http://www.comune.balme.to.it


|